LADY DIANA

LADY DIANA

LADY D - REGINA NEI CUORI

In occasione del ventesimo anniversario della sua morte, la Reggia di Venaria ospita una mostra fotografica, con oltre 100 immagini, dedicata a Lady Diana, Lady D come la chiamavano tutti, che avrebbe dovuto diventare Regina d’Inghilterra a seguito del suo matrimonio con Carlo, l’erede designato al trono.

Una cerimonia di nozze, in una mattina d'estate, che mi ha tenuto incollata al televisore insieme a milioni di persone in tutto il mondo e mi ha fatto sognare ad occhi aperti di percorrere quella navata vestita da sposa.

Purtroppo, come tutti sanno, la storia ha preso un’altra piega e Diana, dopo il sofferto divorzio dal marito, morì a Parigi in un incidente stradale, a soli 36 anni. Come una candela che brucia troppo in fretta nel vento, cantò Elton John ai suoi funerali, ma la sua leggenda durerà a lungo.

Infatti Diana, pur non salendo mai al trono, era diventata di fatto “regina nel cuore delle persone”, come si era augurata lei stessa durante un’intervista. La sua influenza sulla gente comune era fortissima e i media ne amplificavano a dismisura ogni atto.

Questo perché Diana, fin dall’inizio della sua storia d’amore con Carlo, si era presentata come una donna, un principessa, semplice e refrattaria al rigido protocollo della Corona.

Una bellezza naturale e “imperfetta” la rendeva vicina e raggiungibile, usava il suo sorriso aperto per vincere la timidezza e sapeva parlare con tutti. L’amore per la musica rock e per il ballo non rientrava di certo nel cliché di una regina, ma la rendeva assolutamente “normale”.

La sua popolarità toccò il culmine quando Diana decise di sostenere attivamente una serie di cause umanitarie: azioni come quella di abbracciare i malati di Aids o attraversare a piedi un campo che un tempo era stato riempito di mine antiuomo, avevano un impatto pazzesco sull’opinione pubblica e contribuivano ad accrescere la raccolta dei fondi necessari alle attività di beneficenza.

Infine, quando Diana decise di rivelare pubblicamente il suo disagio nel rapporto con Carlo, fino a chiedere e ottenere il divorzio (caso unico nella storia della Casa Reale inglese), la gente comune si schierò dalla sua parte e l’ex principessa divenne una donna capace di apprezzarsi e mostrarsi appieno per quello che era, uno “spirito libero”, per dirla con le sue parole.

La trasformazione è quanto mai evidente. Basta mettere a confronto le foto che ho selezionato qui sotto, del “prima e dopo” Carlo. Da “Principessa Triste” e costretta a indossare imbarazzanti cappellini imposti dal protocollo e lunghi vestiti che mortificavano la sua femminilità, Diana diventa donna nel fiore della propria bellezza e ricca di fascino e sex appeal: arrivederci, Lady D.