HOMI MILANO, CHE FORZA!

HOMI MILANO, CHE FORZA!

Un evento da non perdere

Sabato scorso mi sono concessa una giornata di libertà e ho realizzato un piccolo sogno nel cassetto: andare alla Fiera di Rho a visitare HOMI, il Salone degli Stili di Vita, che ha anche una sezione interamente dedicata al mondo del Gioiello.

Rho, alle porte di Milano, è raggiungibile da Torino in un’ora e mezza. Il dubbio mi assale però al momento del parcheggio: Porta Sud, Est o Ovest? Ho scelto Ovest: in 5 minuti a piedi arrivo a uno degli ingressi, poi altri 10 minuti per raggiungere il Salone, perché il complesso è veramente enorme. Per l’ingresso, se vi iscrivete alla Newsletter del Salone, è molto probabile che vi venga offerto il biglietto gratuito, da scaricare via internet.

Ma veniamo alla visita, padiglioni 1 e 3, la Mecca degli “addicted” del gioiello.  Entro e ho subito la sensazione di trovarmi a casa. Tanti visitatori, tanti espositori, ma anche tanto ordine. La fiera è veramente ben strutturata, trovi il settore dei gioiellieri affermati che mettono in mostra i loro preziosi e, poco discosto, la zona di HOMI Sperimenta, dove si trovano i giovani creativi che si concentrano sul design, l’originalità e la freschezza delle proposte. Materiali a volte umili, ma che danno vita a bijoux affascinanti.

Ho incontrato poi gli artigiani del gioiello, quelli che si sono scavati una nicchia nel mercato con una produzione totalmente manuale e necessariamente limitata. Dialogare con loro è un vero piacere, piena disponibilità al contatto umano e condivisione di esperienze di lavoro e di vita spesso in comune. Fra tutti, m’è rimasta nel cuore Mirca Tassi di Genova, fondatrice del marchio MircaTi (www.mircati.it), specializzata nel creare magnifici orecchini con passamanerie e tessuti broccati che sembrano venire direttamente dal Medioevo.

  

E infine, arrivi nel settore decisamente più “pericoloso” per noi creative: quello dei materiali! Lasciate ogni speranza, oh voi ch’entrate…!   E dimenticatevi anche lo scorrere del tempo, i buoni propositi sullo spendere poco e non tornare a casa cariche come muli. E’ GIA’ TROPPO TARDI. Vi troverete a vagare qua e là senza mai ripassare per lo stesso punto, in preda allo stordimento da creatività, mentre il vostro cervello già pensa a cosa farete con tutto quel ben di Dio.

Pietre dure, vetro, cristallo, legno, carta, conchiglie, fili, astucci, colli… Decine di stand vi offriranno quanto di meglio e di più vario sul mercato. Io mi sono innamorata anche degli originalissimi espositori in forex di Miss Stampa da Napoli (www.misstampa.it), che riproducono figure di donne, monumenti, case ecc. su cui si possono direttamente esporre le proprie creazioni.

 

Per non parlare di Theca di Alessandria (www.theca.it), la vera “sartoria“ dell’espositore personalizzato e su misura per le esigenze del cliente.

 

Alle 18.30 il Paese di Bengodi chiude i battenti e tu te ne torni a casa, con le braccia cariche di sacchetti e la testa piena di progetti. Arrivederci HOMI, ci si vede alla prossima edizione!