LO SHIBORI

LO SHIBORI

Ondate di colori

Shibori è una parola giapponese che indica una tecnica di decorazione dei tessuti molto antica, che consisteva nell’annodare i tessuti prima di immergerli nella tintura, in modo da preservare dalla colorazione alcune parti. Il primo esempio di tessuto tinto con la tecnica dello shibori risale all'VIII secolo d.C. e, originariamente, si trattava di una tecnica riservata ai poveri che, non potendo permettersi l’acquisto di costosi capi in seta o cotone, usavano ritingere i vecchi tessuti per dare l’apparenza che fossero nuovi.


In seguito, durante il periodo in cui il governo giapponese stabilì la sua sede a Edo, attuale Tokio (1608-1868), il perdurare della pace generò un relativo ordine e progresso economico, una forte crescita e uno sviluppo sia artistico che intellettuale. Tutto ciò attirò commercianti e artigiani verso Edo. È proprio in questo contesto che si va ad inserire la splendida seta shibori da cui venivano create le vesti per i samurai più abbienti e le persone più vicine all’imperatore.

Guardate cosa riesce a realizzare con questa tecnica la bravissima Serena di Mercione:


Lo shibori può definirsi una tecnica di tintura a riserva, ossia delle parti di tessuto vengono impermeabilizzate o schermate affinché non ci arrivi la colorazione. La seta, inoltre, prima di essere tinta, viene compressa, cucita e legata. Ne risulta un nastro dall'aspetto plissettato e ai colori intensi e variegati che vanno a sfumarsi.
I risultati sono sempre un po' imprevedibili ed è proprio in questo che risiede, secondo me, la sua magia. Ogni gioiello creato con questa seta sarà unico. Anche due orecchini non potranno mai essere identici, perché la seta ha sfumature diverse e movimenti, dati dalla plissettatura, diversi. Date un'occhiata alle creazioni mozzafiato di Mhoara e, ancora una volta, Serena di Mercione:

Io sto ancora muovendo i primi passi in questa tecnica ma gli esempi appena proposti mi stimolano a mettermi alla prova in questa lavorazione molto complessa. Per cominciare, ecco il ciondolo che ho appena realizzato. Cliccate sulle immagini per scoprire tutti i dettagli: 

 

 

Ritroviamo ancora una volta il concetto di unicità e del fatto a mano. Ci allontaniamo ancora una volta dall'omologazione e dalla mentalità consumistica che vuole prodotti tutti uguali a basso costo. Continuate a seguirmi per conoscere altre tecniche e altri artigiani originali e innovativi.